Livello 2 di python Basic Data Types: come migliorare tatticamente e vivere felici, una lezione dal GM Hector con novità preparata sull’ attacco Keres, 18 Rb1!

Come faccio a migliorare se non riesco a creare problemi di gioco all’ avversario? Se gli scacchi fossero facili o semplici saremmo tutti GM! Invece gli scacchi sono molto complessi e il compito di un buon giocatore é quello di spingere l’altro lottatore al di là della linea bianca, costringerlo a risolvere problemi concreti sulla scacchiera. Ma Pyton invece é semplice visto ché articolato su un modello a livelli che ricorda il modello OSI? Il primo livello é quello degli oggetti nomi e tipi mentre al secondo livello abbiamo lo strato BASIC DATA TYPES dove si affrontano le spinose questioni dei tipi nnumerici stringhe operatori ed espressioni per valutare delle situazioni. Abbiamo ancora qualcosa prima e per l’esattezza il NONE TYPE che é un oggetto che ha come istanza la dicitura NONE ossia un valore di ritorno da quelle funzioni definite dalla parola chiave def che in assenza di un valore di ritorno per l’appunto restitueranno un NUNN di rito. Un null come tipo di DATO ha una vita propria. Detto questo cerchiamo di capire un attimo se la nostra aspirazione é divenire veri attaccanti di trovare le mosse giuste in queste posizioni critiche con una sorta di test simulato

Dopo 5..d6 del nero quale é la mossa più incisiva a disposizione del bianco se intende creare delle situazioni tattiche?!
_____________________________________________________________________________________________

Dopo 13..a6 come leggi la posizione e quale mossa faresti?
__________________________________________________________________________________________

Dopo 16…Dxf2! come prosegue il bianco in maniera incisva?
________________________________________________________________________________________

E dopo 18..d5! come continua l’attacco il bianco?

Andiamo con ordine rispondendo alla prima domanda ci verrebbe da dire che l’attacco Keres come dimostra questa partita, la Hector – Mortensen Danimarca 1990 estrapolata dal libro di Aagard il manuale dell’ attacco, é molto pericoloso. Quindi 6 g4! Rispondendo alla seconda questione cerchiamo di valutare cosa vuole fare il nero, ci fa notare Aagard. Se giocasse arrocco lungo e Ae7 la sua posizione sarebbe solida i punti e5 e h5 del resto sembrano saldamente nelle sue mani invece é proprio qui che arrivano i colpi di ariete decisivi. Dopo 14 h5! il bianco minaccia la fastidiosa h6 che non si può permettere quindi l’unico modo per risolvere é accettare il sacrificio di pedone ma così il re nero rimane al centro della scacchiera e in posizione insicura. Questo crea una situazione di pezzi attivi da parte del bianco dal momenti che la torre a8 del nero é impossibilitata a entrare in gioco! E infine dopo 16..Dxf2! (il punto esclamativo deriva dall’ ereditarietà agonistica del GM Larsen che mangiava sempre tutto e poi andava a star bene restituendo materiale) il bianco apre varchi con la preparata 17 e5! con l’idea di dare la casa e4 al cavallo e dopo 17..Df5 abbiamo la novità del bianco che impedisce Dxg5 e Ah6 18 Rb1 NT 18..d5 19 Tde1! preparata appositamente da Hector per questa partita! Link https://chesstempo.com/gamedb/game/1709604

Annunci