Livello 2 di python Basic Data Types: come migliorare tatticamente e vivere felici, una lezione dal GM Hector con novità preparata sull’ attacco Keres, 18 Rb1!

Come faccio a migliorare se non riesco a creare problemi di gioco all’ avversario? Se gli scacchi fossero facili o semplici saremmo tutti GM! Invece gli scacchi sono molto complessi e il compito di un buon giocatore é quello di spingere l’altro lottatore al di là della linea bianca, costringerlo a risolvere problemi concreti sulla scacchiera. Ma Pyton invece é semplice visto ché articolato su un modello a livelli che ricorda il modello OSI? Il primo livello é quello degli oggetti nomi e tipi mentre al secondo livello abbiamo lo strato BASIC DATA TYPES dove si affrontano le spinose questioni dei tipi nnumerici stringhe operatori ed espressioni per valutare delle situazioni. Abbiamo ancora qualcosa prima e per l’esattezza il NONE TYPE che é un oggetto che ha come istanza la dicitura NONE ossia un valore di ritorno da quelle funzioni definite dalla parola chiave def che in assenza di un valore di ritorno per l’appunto restitueranno un NUNN di rito. Un null come tipo di DATO ha una vita propria. Detto questo cerchiamo di capire un attimo se la nostra aspirazione é divenire veri attaccanti di trovare le mosse giuste in queste posizioni critiche con una sorta di test simulato

Dopo 5..d6 del nero quale é la mossa più incisiva a disposizione del bianco se intende creare delle situazioni tattiche?!
_____________________________________________________________________________________________

Dopo 13..a6 come leggi la posizione e quale mossa faresti?
__________________________________________________________________________________________

Dopo 16…Dxf2! come prosegue il bianco in maniera incisva?
________________________________________________________________________________________

E dopo 18..d5! come continua l’attacco il bianco?

Andiamo con ordine rispondendo alla prima domanda ci verrebbe da dire che l’attacco Keres come dimostra questa partita, la Hector – Mortensen Danimarca 1990 estrapolata dal libro di Aagard il manuale dell’ attacco, é molto pericoloso. Quindi 6 g4! Rispondendo alla seconda questione cerchiamo di valutare cosa vuole fare il nero, ci fa notare Aagard. Se giocasse arrocco lungo e Ae7 la sua posizione sarebbe solida i punti e5 e h5 del resto sembrano saldamente nelle sue mani invece é proprio qui che arrivano i colpi di ariete decisivi. Dopo 14 h5! il bianco minaccia la fastidiosa h6 che non si può permettere quindi l’unico modo per risolvere é accettare il sacrificio di pedone ma così il re nero rimane al centro della scacchiera e in posizione insicura. Questo crea una situazione di pezzi attivi da parte del bianco dal momenti che la torre a8 del nero é impossibilitata a entrare in gioco! E infine dopo 16..Dxf2! (il punto esclamativo deriva dall’ ereditarietà agonistica del GM Larsen che mangiava sempre tutto e poi andava a star bene restituendo materiale) il bianco apre varchi con la preparata 17 e5! con l’idea di dare la casa e4 al cavallo e dopo 17..Df5 abbiamo la novità del bianco che impedisce Dxg5 e Ah6 18 Rb1 NT 18..d5 19 Tde1! preparata appositamente da Hector per questa partita! Link https://chesstempo.com/gamedb/game/1709604

Annunci

Ma il GM Suba degli anni ottanta era un pollo pazzesco?!

Problemi con il vantaggio di sviluppo nel senso che non riesci a sfruttare quei tempi in più che hai guadagnato per trasformare tutto in facile vittoria e in miniatura da copertina tipo Novella 2000? Guardare questa partita allora é un balsamo benefico, qui alle olimpiadi di Thessaloniki del 1984 il nero che é Portish offre doni ellenici per attirare il bianco (Suba) in una trappola mortale http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1114040 da qui il titolo: ma come ha fatto il bianco a vedere che collassava rapidamente dopo aver girovagato con la regina per tutta l’apertura? C’era una sorta di codice d’onore che ti obbligava ad accettare qualsiasi sacrificio finché non subivi una mazzata decisiva del tipo 20 … Td1 che probabilmente vedrebbero in molti ma che a Suba frastornato non gli é nemmeno saltata per la testa? E’ possibile che il GM Suba degli anni ottanta era un tizio che se magnava tutto perché era come San Tommaso, come per dire all’ avversario vabbè se adesso non cloncludi nulla adesso hai perso il finale. Peccato che spesso nelle partite citate l’avversario aveva con la sua posizione vincente l’ultima parola e replicava tra le righe a tono: “vabbè non sei arrivato alla ventunesima mossa caro bianco!”. Certo che Suba pur essendo un fortissimo giocatore di pigne altisonanti ne prendeva a bizzeffe tipo questa a cui ebbi il privilegio di assistere in diretta: http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1133965 dove dall’ inizio alla fine quel pazzo di uno slavo inizia a far precipitare chicchi di grandine sul collo della sua vittima sacrificale. Sempre citando questa famosa partita di Pinerolo del 1987 ricordo che nel dopo analisi ogni volta che Suba provava a replicare a qualche mossa aggressiva del bianco andando a mangiare materiale che sembrava gratuito, Velimirovic replicava bombardando le retrovie nemiche con veloci scacchi matti! Una giornata storta può capitare a tutti, ci sta e poi ricordiamo che Suba quei tempi piallava a manetta tutta una serie di personaggi dell’ agone scacchistico senza tante remore reverenziali, quello che fa veramente scalpore é tentare di rispondere alla domanda: ma come fai a prenderti delle pigne così … mitologiche?! 20…Td1 giocata da Portish alla cieca l’avevi completamente dimenticata? Guarda che ti retrocediamo a 3naz eh?! A onor del merito ricordiamo che Mihai Suba ha avuto un grande ruolo negli scacchi moderni, consultare https://en.wikipedia.org/wiki/Mihai_Suba e che molte delle combinazioni da lui subite venivano regolarmente riconsegnate ad altri fortunati agonisti, per esempio all’ indirizzo http://www.chessgames.com/player/mihai_suba.html ci troviamo numerose perle da lui messe in piedi nella sezione NOTABLE GAMES senza tanti grandi fuochi di artificio ma con tecnica sopraffina precisa e accurata, evidenzia Umbriaway Consulting.

NODE da bruco diventa farfalla mentre Hort collassa sotto i colpi della testata tattica torre prende alfiere in e3!

web marketing UmbriaAll’ indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1058501 troviamo la Vlastimil Hort vs Zoltan Ribli giocata a Hoogovens (1983), Wijk aan Zee NED, rd 2, Jan-15, Sicilian Defense: Najdorf Variation. English Attack (B90) e finita con il punto sul tabellone per il nero. La particolarita tattica segnalata da web marketing Umbria per quanto riguarda i temi accademici degli scacchi risiede qui nel tema dell’ inchiodatura. Certamente dopo 31..Torre nera prende alfiere in e3, Hort avrà sicuramente sostituito a una serie di imprecazioni quello che da lì a poco avrebbe potuto fare come turista a Hoogovens, dal momento che non riesce a muovere nulla e la sua posizione risulta completamente paralizzata. Il bianco viene ridotto all’ impotenza perché l’inchiodatura ha effetti stritolanti da serpente boa che culmineranno in una semplice vittoria 18 mosse più tardi. La tattica é la concretizzazione di una strategia felice, sottolinea web marketing Umbria! Prima di concludere un felice capitolo su quelle che sono le tecnologie NODE ossia javascript lato server, ricordiamo che all’ indirizzo umbriawayamplifica  web marketing web marketing UmbriaUmbria ha parlato di quali sono i primi passi da compiere per costruire una applicazione performante, su umbriawaydesign  é stato affrontato il problema di come richiamare una serie di moduli, tema ulteriormente sviluppato sul portale umbriawaydeveloper , mentre su umbriawayfidelizza  abbiamo visto la potenza evocatrice di NPM il manager di node per integrare framework di terze parti nel proprio progetto, argomento ulteriormente approfondito con i comandi a riga di comando e la Bash con umbriawayfocus , con umbriawayvendita  é stata affrontata la spinosa questione del database MONGO, su umbriawayvalorizza  abbiamo visto framework GUI come robomongo e analizzato le modalità CRUD del DB, su umbriawaytarget , mentre su umbriawaysemplifica abbiamo assistito al miracolo di come tutti gli atomi siano finalmente diventati molecole e infinine applicazione concreta. web marketing UmbriaA questo punto non ci resta che mostrare il risultato finale tramite le immagini catturate dall’ applicazione dove avremmo una interfaccia grafica che cattura i nostri pensieri e li memorizza in un CRUD ad effetto, applicazione che si può usare anche come brainstorming. Occorre ricordare tramite web marketing Umbria che l’applicazione ha bisogno di lanciare prima il server MongoDB lanciando l’eseguibile mongod.exe che si trova dentro la cartella specifica sotto Programmi in modo da inizializzare poi i processi con il noto comando node app.js che ci dà tutta una serie di opzioni, tra cui anche quella salvifica del multitasking, essendo il tutto settato per chi tra vari utenti deve vedere solo la sua parte di dati senza interferire con la login di altri utilizzatori. Tutta questi riassunti estratti sono momenti di studio provenienti da https://www.udemy.com/ e in particolare esercitazioni provenienti dal corso curato dalla bravissima formatrice https://simonatocci.com/ su appunto Node e Mongo. Nelle prossime lezioni affronteremo le questioni collaterali legate a questa attività di acquisizione per queste nuove e potenti tecnologie gestite da riga di comando.

Utilizzo di variabili di variabili in PHP, ovvero come battere Torre con un sacrificio posizionale di cavallo!

web design umbriaAlla mossa 23 Eugenio Torre che ha il nero e che sta giocando il torneo di Tilbrug (correva l’anno 1982) mette una torre in c4 attaccando un pedone centrale del bianco ma Timma che era il bianco aveva già preparato di far esplodere il centro avversario con un sacrificio di cavallo, partita segnalata da web design Umbria all’ indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1041509 ; seguendo la partita l’occhio nattento dell’ agonista noterà un particolare inquietante: tutti pezzi neri sono ammassati sull’ ala di donna mentre il bianco ha un pericoloso alfiere delle case nere puntato come un missile sull’ arrocco nero e che grazie all’ invenzione del sacrificio può liberare tutto il suo potenziale. Non bisogna mai dare per scontato nulla, serve sempre una certa tensione perché appena senti di essere al sicuro di fatto arrivano brutte sorprese! Ora traslando a PHP diamo un occhiata all’ utilizzo diu variabili di variabili. PHP consente di utilizzare nomi di variabili dionamici, chiamati “variabili di variabili”. E’ possibile assegnare a una variabile un nome memorizzato in un’ altra variabile. In altre parole una variabile contiene il valore di un’ altra variabile! Fantascienza? No solo una caratteristica potente del linguaggio, chiarisce web design Umbria! Ma bando alle ciance e alla fuffa e andiamo subito al sodo! Esempio del formato da mettere in pratica:

$nomeDellaVariabile = “age”;
$$nomeDellaVariabile = 21;

web design umbriaLa seconda dichiarazione ha due simboli di dollaro $$ davanti al nome di variabile e crea una nuova variabile con il nome uguale al valore in $nomeDellaVariabile. Il risultato delle due dichiarazioni di assegnazione é una variabile dal nome $age contenente il valore 21. Se si utilizza una variabile di variabile in una dichiarazione echo é necessario specificare chiaramente il nome di variabile. E’ possibile utilizzare una delle sintassi indicate di seguito: echo $$nomeDellaVariabile; oppure echo “$($nomeDellaVariabile)”; se avessi scritto qualcosa di seguito come: $nomeDellaVariabile = “age”; $age = 21; echo “$$nomeDellaVariabile”;  avrei mostrato a video un errore in quanto la dichiarazione echo legge $nomeDellaVariabile come nome di variabile e legge il primo $ come carattere di testo. Di conseguenza l’output é $age, non 21. A questo punto web design Umbria suggerisce di fare una bella esercitazione per rendersi conto del potenziale della tecnica presentata. Creare quindi due o più variabili contenenti valori sempre tra i famosi tag <?php ?>: $Texas=”large”;$RhodeIsland=”small”; creare ora una variabile contenente il nome di variabile di una delle variabili create precedentemente: $statename=”Texas”; aggiungere ora una dichiarazione echo per visualizzare la variabile di variabile: echo “statename is $($statename)<br>”;  creare ora una variabile contenente un nome di variabile diverso: $statename= “RhodeIsland”; e di nuovo la stampa: echo “$statename is $($statename)<br>”; infine visualizzare i nostri deliri letterari in un browser! Per concludere, coerenti con le strategie digitali di Umbriaway Consulting, segnaliamo un sacrificio questa volta di pedone giocato da Adorjan contro Hulak all’ interzonale di Toluca nel 1982 dove il bianco non si mette a contare i valori nominali delle vittime a bordo scacchiera pur di avere una posizione armonica, spaziosa, dinamica che garantisca una iniziativa vincente partita da segnalata da seo Umbria all’ indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1016106. Anche se qui il bianco non ha sacrificato niente di pesante come nella partita precedente notiamo come la spinta fatta del nero g5 abbia finito per indebolire l’intera ala di re e l’arrocco e notiamo come il bianco si preoccupi solo di dare aria ai suoi pezzi con la mossa da ariete 20 e5! e molto bella artisticamente la conclusione con una spettacolare Donna in g7 da cineteca da far vedere agli aspiranti allenatori di Coverciano!

Ma come si fa a costruire un e-commerce? Ci voglio vendere i libri di scacchi di mio nonno che era stato campione dell’ adriatico nel 1922

E vabbè allora procuriamoci un template di base perché bisogna lavorarci sopra puoi usare bootstrap ad esempio come framework. All’ indirizzo http://www.farwebdesign.com/onlinestore/ web design Umbria segnala il nostro tentativo di online store. La prima cosa da fare é modificarlo in base alle nostre esigenze, fare in modo che corrisponda alle nostre aspettative come funzionalità e a quelle del cliente senza alterare le meccaniche di base user-friendly. Si ma gli scacchi? Di solito questi tutorial sono sempre inficiati o disturbati da qualche notizia all’ ultimo grido tipo ma avete visto lo studio di Reti del 1921 all’ indirizzo http://www.farwebdesign.com/chessproject/details.php?pos_id=14 dove il bianco deve dare un colpo al cerchio e uno alla botte? Il pedone nero sembra come la barchetta della famosa cantante come lo si ferma se non sfruttando le potenzialità del proprio pedone bianco? Il Bianco muove e patta. Dal punto di vista didattico siamo di fronte a dei meccanismi elementari ma la pratica agonistica fa fare brutti scherzi a volte, qui la soluzione é semplice: 1.Rg7! h4 (1…Rb6 2.Rf6! h4 3.Re5!) 2.Rf6! Rb6 (se 2…h3, 3.Re6 h2 4.c7 Rb7 5.Rd7) 3.Re5! Ora se 3…Rxc6 il Re Bianco si porta in f4 e ferma il pedone, mentre se 3…h3 4.Rd6. Ma non tergiversiamo e torniamo a bootstrap, le classi del framework le conosci? Ad esempio per vedere i tre riquadri nella pagina che larghezza ho messo come colonne e come viene definito il parametro? Ogni oggetto da vendere nello store ha questa dimensione: prima si imposta un div class= container

, poi si imposta la riga con

poi finalmente viene definita la larghezza, lo spazio occupato dall’ elemento con

dove la classe qui ha una bella sostanza in quanto parliamo di una griglia orizzontale composta da dodici colonne e il tre si somma agli altri due elementi e poi inserisco un oggetto panel finale con

. Ma web designer Umbria lavora in coppia con il programmatore a meno che l’azienda sia centrata sul famoso faccio tutto io per cui deve pensare a semplificare la vita allo sviluppatore. Da notare come sia intanto riuscito ad implementare una lista ordinata contrassegnata dalla classe tematica

    che forma una gabbia a tutti gli elementi UL ed LI racchiusi mentre il compito di spostare tutta la lista a sinistra viene assegnata a una proprieta del foglio stile che é

    float:left;margin-left:50px;margin-right:200px”;> per l’appunto float: left;. Ora un buon web designer non lascia questi settaggi in giro per la pagina ma affianca in un foglio stile esterno tutte le regole che servono per sovrascrivere il css di default. Ora i CSS si chiamano fogli di stile a cascata perché se esistono due regole che parlano dello stesso div viene presa in considerazione l’ultima appunto in cascata per cui ci sarà un link esterno che punta dopo al css di fabbrica al nostro style che servirà a personalizzare. va bene ma adesso che hai una impostazione di base che devi fare? Devi spezzare il codice nelle sue parti costituenti ad esempio HEADER, NAV, CONTENT, ASIDE, FOOTER etc e tutto quello che nella pagina crea ridondanza per il programmatore e semplificare tutto con degli include di php ad esempio se voglio spezzare il codice in porzioni di codice più piccole e in particolare il footer scriverò nella pagina principale, evidenzia web design Umbria, e farò lo stesso come marcatura nello spazio della pagina per tutti gli altri elementi. Un altra questione da sottolineare per la responsività dei siti web é quella di settare il tag meta come si deve: dove l’initial-scale-1 é un parmatero molto importante e ricordarsi di catturare tutto quello che serve per la costruzione della nostra web app con i CDN giusti affidabili per catturare Jquery, bootstrap js e css quindi qualcosa del tipo:

    https://ajax.googleapis.com/ajax/libs/jquery/3.2.1/jquery.min.js
    https://maxcdn.bootstrapcdn.com/bootstrap/3.3.7/js/bootstrap.min.js

    Di solito la tecnica migliore come web design Umbria prevede che alcuni di questi link finiscano sotto il body in modo da velocizzare prima il caricamento della pgina principale e solo dopo preoccuparsi di agganciare le risorse esterne per lo sviluppo della nostra applicazione. Web design Umbria infine fa notare che il famoso componente PANNELLO in bootstrap si può dividere esattamente a sua volta con l’uso delle classi in varie sezioni come header content e footer:

    TITOLO
    Image

    Quindi adesso la fase due prevede per il lavoro di web design Umbria che si crei la struttura file system giusta come cartelle e codice esterno da posizionare per la questione di separare il codice presentazione o il vestito dalla sostanza che dovrà palleggiare lo sviluppatore, quindi css esterni, quindi include e tutto quello che può svuotare la pagina da ogni ridondanza inutile di codice con l’uso appunto degli include. In uno dei prossimi articoli di web design Umbria parleremo di come sia così facile diventare GM negli scacchi con il metodo sette kg in sette giorni ma questa é un’ altra storia, per ora il succo é che dovete tirare su un eccomerce dal nulla e che dovete familiarizzare con bootstrap, ajax, php e mysql e html5 e css3 come se non ci fosse un domani!

Ganna gioca con Portish e cambia la password di MySql: trova le sgrammaticature del titolo e vinci un viaggio a Fano con web developer Umbria

Ma ce l’abiamo qualche indizio ripo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1113701 mica siamo dietro a una scrivania a impersonare il detective Ganna eh?! De che stemo a parlà? della Tal Portish giocata a Biel nel 1976 dove il nero misteriosamente abbandona? A si perché se giocava 37..Tg8 sarebbe piovuta dal cielo Dg6!! secondo i report dell’ epoca, sottolinea web developer Umbria. Ma 38..Db7+ idea hg6 dove porta…il ventaglio di possibilità si avvicina al bianco e nero del detective Ganna roba da far rabbrividire anche Oracle che detiene il monopolio sul database più famoso di tutti i tempi MySql. Quindi mi state dicendo che il nero praticamente si salvava in tutto le varianti anche nella linea dove il B sembra costretto a mettere la donna in e4…calma calma nell’ episodio sotto il segno dell’ Acquario Ganna ripulisce le ache torbide dei Navigli con la mossa 38 Td8!! al posto di 38 Dg6 che senbrerebbe un orrida cappella. Si ma i database, chiede web developer Umbria perché fai tutta questa confusione con la bionda che commissiona il caso di un uomo scomparso a Ganna con gli abbandoni prematuri di Portish e gli storage engine che un professionista deve conoswcere? C’è della brace sotto la cenere ma andiamo per ordine, se qualcuno si é così tanto dato da fare per mettere in piedi un database free che si chiama MariaDB un motivo ci sarà. Ma quante ne sai invece sul suo dinosauro progenitore appunto mysql chiede web developer Umbria mentre in sottofondo serpeggia una musica insidiosa dove Ganna cerca e trova i manigoldi. In fondo a pensarci bene un morto ammazzato si trova sempre quando si analizza una posizione o forse il tizio stava solo dormendo dando l’apparenza della discesa negli inferi? A ben guardare poi la faccia del tipo é irriconoscibile ma saltando di nuovo con web developer Umbria nel mondo parallelo delle investigazioni informatiche possiamo dire che MySql si può installare in tutti i sistemi operativi anche senza LAMP e XAMPP con gestione da riga di comando. Una delle prime cose da fare per questioni di sicurezza sarebbe riempire il database con dei dati protetti da una pwd che non sia vuota come sempre succede quando abbiamo a che fare con neofiti. Di nuovo dopo Td8!! si verifica una sorta di delirio analitico con un nuovo ventaglio di possibilità ma adesso uno scacco in d5 non farebbe più paura perché la casa f7 é protetta dal pedone e6…quindi sio Portish alla fine di tutto ha fatto bene ad abbandonare anche se non sapeva perché. Ma tutte le analisi di questa partita si potrebbero gestire con MySql? Si dovrebbe visto che la posizione qui immortalata é piena di varianti a destra e a manca, sottolinea web developer Umbria. Interi o stringa? E le date che mettiamo datetime , date o timezone? E la lunghjezza dei campi? E le chiavi primarie in autoincremento? E i capi e i record come vanno gestiti per ottimizzare la potenza di InnoDb piuttosto che di MySAM? Per semplificare la vita al detective potremmeo sciorinare una trafila di argomenti legati ai cosiddetti database relazionali RDBMS che questa pagina diverrebbe un lenzuolo dove invece come al solito le immagini in bianco e nero ma anche a colori potrebbero semplificarci la vita, ecco quindi sintetizzata con una bella gallery finale una serie di temi da approfondire per conoscere sul serio i database…ma anche gli scacchi e il detective dal nome strampalato Ganna. L’importante é riconoscere il tipo di dati senza mettere le caramelle dentro al contenitore dei pomodori, conclude Umbriaway Consulting esausto per la visione stroboscopica di Ganna a che fare con Titty, la strana protagonista dell’ episodio intitolato sotto il segno dell’ acquario ricco di fascino e di mistero con attori poi che riconosciamo qui come acerbi ma destinati a una gloriosa carriera cinematografica. Buonanotte da Ganna, dalle mosse viste o non viste da Portish e dal database MySql oggi un pò contaminato da potenziali monopoli!

Quando un giocatore impreciso con problemi di calcolo e di valutazione incontra un giocatore con le stesse caratteristiche vince la partita il giocatore meno impreciso di quello impreciso: partita Faraoni Enrico vs AD elo 1896

1 g3
un sistema molto flessibile che può dare luogo a rientri variegati

1..g6 2 f4!? Ag7 3 Cf3 Cc6 4 Ag2 f5 5 00 e6 6 d3 Cge7!?


una novità, chessbase riporta 6..Cf6 7 c3 00 8 De1 (8 Ca3!?) 8..d6

7 e4 d6 8 Cc3 00 9 Te1
il bianco mette sotto osservazione e6 indebolito

9..fe4
9..e5!?

10 Ce4 e5 11 fe5 Ce5 12 Ce5 Ae5 13 d4
leggero vantaggio del bianco

13..Ag7 14 c3
anche con l’idea di sfruttare il potenziale rappresentato dalla linea a2-g8 oltre che consolidare

14..d5
oppure 13..h6 14 Dd3 con il vantaggio di non aver creato nessun avamposto al bianco

15 Cc5
il cavallo si dirige verso la casa e5 indebolita

15..b6?
un indebolimento non necessario 15..Cf5

16 Ag5 Af6 17 Af6 Tf6 18 Cd3?

Il bianco perde l’attimo e l’indebolimento rappresentato da b6 del nero sulla lunga diagonale con la Ta8 e il Rg8 esposti a temi tattici 18 De2 Cf5 19 De8+ De8 20 Te8 Rf7 21 Ad5+ Re8 22 Ce4!

18..Ab7 19 Te5!
una buona manovra di pressione strategica

19..Dd6 20 De2 Cf5 21 Cf4 c6 22 Tae1 a5 23 Dd2!? Rf7??

dopo 23..Taf8 24 Ce6 Te8 25 Cg5 Tef8 26 c4 il nero ha grandi problemi perché 26..dc4 va incontro a 27 Ce4. La mossa della partita viola il principio della sicurezza del re probabilmente il nero meditava di dare la donna in e7

24 g4!
vantaggio decisivo del bianco, adesso e7 é una debolezza

24..Cg7 25 g5
per quanto questa mossa conservi un certo fascino di fatto dimostra dei limiti di calcolo e di valutazione da parte del sottoscritto. Il modo giusto per vincere questa posizione era 25 Ch3! sfruttando al meglio anche la posizione della donna in d2 (punto debole g5) e il nero é nei guai perché Th8 26 Dh6! e su 25..Rg8 26 Te7 Tf7 27 Tf7 Rf7 28 Dh6 Th8 29 Cg5 Rg8 30 Tf1 De7 31 Ae4!! de4 32 Tf7 Df7 33 Cf7 Rf7 34 Df4 e la posizione del nero collassa

25..Tf5 26 Ah3?

25 g5 era stata giocata con questa idea ma adesso il modo giusto per proseguire era 26 Tf5 Cf5 27 Te6 Dd8 28 Tf6+ Rg8 29 Ah3 con chiaro vantaggio

26..Ac8?
il nero si sarebbe sottratto alla crisi giocando 26..Te5 27 de5 Dc5+ 28 Rh1 Rg8 e il vantaggio del bianco non é così marcato

27 Te7+!?
forse meglio era 27 Af5 Af5 28 Cg2 con posizione altrettanto vinta

27..De7?
27..Rg8 28 Af5 Af5 29 Tb7 é vinta per il bianco se 29..Ae4 30 Cd3! idea Cf2 ma la mossa del testo porta su sentieri ancora peggiori

28 Te7+ Re7 29 De3!
il bianco ha notato un cratere in f6

29..Rf7 30 Af5 Af5 31 De5 Tc8 32 h4! Ag4 33 Df6+ Rg8 34 Cd3!
torna ad aessere grave la debolezza della casa e5

34..Ch5
34..Af5 per i motori é più resistente

35 De7!?
35 Dd6 interessante

35..Cg3 36 Ce5 Ce2+
36..Af5 37 Df7+ Rh8 38 Df6+ Rg8 39 Cc6 Te8 40 Ce7+

37 Rh2

37..Af5 38 Cf7! h5 39 Ch6 Rh8 40 Cf5

e senza mettere la mossa in busta il nero abbandona…la partita non é stato giocata al meglio da parte del bianco per valutazioni un pò easy e calcoli coffee house (con 26..Te5 il nero avrebbe risolto una buona parte dei problemi difensivi e il bianco avrebbe sprecato una facile vittoria). Tra l’altro uno dei difetti peggiori che mi porto dietro é proprio quello di non riuscire spesso a convertire posizioni vinte in vittorie questa é un area da delimitare