Come smantellare le difese del re e vivere felici, ovvero ma perché le modalità di attacco MVC sono molto dispendiose come interazione tra le parti?

Framework PHP che lavorano in MVC? E’ pieno il mondo! Ad esempio Laravel, Codeigniter o Simphony o tutta una serie di strutture base minori che lavorano in maniera efficace come php easy mvc scaricabile all’ indirizzo https://github.com/elrod/php-easyMVC. Per la verità ognuno ha le sue codifiche e il suo modo di strutturare file e cartelle ma il principio rimane invariato che é quello che lega il controller alle viste attingendo ai modelli, il tutto per scomporre molecole di programmazione complesse in atomi elementari riutilizzabili in maniera veloce. Un altro esempio di framework di questo tipo é quello che si trova all’ indirizzo http://www.farwebdesign.com/aforismimvc considerato il capostipite dinosauro di una (si spera) fertile evoluzione almeno a livello di comprensione. Tornando a questo framework easy php mvc presentato all’ indirizzo http://nerdangolo.altervista.org/un-framework-mvc-semplicissimo-php-easymvc/ che dire? L’articolo illustra bene il potenziale inerente per cui si rimanda alla lettura specifica. Il modo migliore per capire é smanettarci sopra come avrebbe fatto Leonardo appassionato di anatomia che misteriosamente di notte si calava in orrendi obitori per vedere che cosa c’era dentro a quel tipo particolare di contenitori. Qui fortunatamente abbiamo solo directory e cartelle e ad esempio quello semplice citato prima come MVC base all’ indirizzo http://www.farwebdesign.com/aforismimvc da solo fa già cristonare non poco quando si passa dal procedurale e CMS più sicuri e complessi strutturati con le classi. Qui si ha un router che instrada le richieste secondo un controller e delle azioni che rimandano a modelli e viste, ovviamente le viste sono le pagine che andremo a vedere a video e possono essere provviste di supporto di layout generici immutabili. Insomma puoi prendere dieci programmatori senior PHP e farti fare un CMS a tema per l’assunzione alla NASA e tanto non ne troveresti due progettato uguali come interazioni, convenzioni sintattiche e strutture di file e cartelle! Certo é che un programmatore senza conoscenze di questi enunciati software architetturali (MVC) é come un essere che miagola nel buio, destinato a non fare il salto di qualità sul versante SENIOR! Ma passiamo alle cose sfiziose, sul tema partite di attacco rocambolesche nella pratica di scacchi agonistica. Vediamo questa gemma http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1003436 che cosa avrà pensato il nero giocando Da6?! Qualcosa del tipo adesso ho guadagnato materiale ah ah? Invece colpo di scena la partita finisce con un massacro preparato e neanche tanto nascosto. Obiettivo mettere il re a nudo e smantellare tutti i pedoni che ha davanti per lasciarlo in braghe di tela! Niente di più facile visto che sta per arrivare una girandola di sacrifici come Ch6!! e Tf7!! E quindi? A volte non conviene di andare a caccia di materiale ed essere troppo ottimisti. Da notare valutando le opzioni difensive del nero coma tutti i pezzi siano imbottigliati sul lato di donna senza poter intervenire per salvare alcunché! Ma che in questi posto si prendono in considerazione solo procedimenti di attacco sottili? Macché! Una mossa difensiva che meritas menzione é la famosa 31..Ad7!! di Marshall che rovescia improvvisamente le valutazioni di vittoria del bianco. A vederle e prepararle accuratamente mosse così! Partita indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1094647 dobe Bauer viene tritato soprattutto dal punto di vista psicologico dal momento che il bianco sembrava poterla da sempre spuntare scrivendo il famoso uno sul tabellone! Insomma con social media marketing Umbria non abbiamo ancora risposto alle domande chiave di MVC ossia come si risolvono in pratica i problemi di sviluppo ma ci stiamo girando in cerchio come avvoltoi che hanno avvistato una risorsa importante in perfetto stile Sergio Leone! E per finire citiamo questo interessante link dove approvvigionare i propri studi scacchistici: https://books.google.it/books?id=jvzl3ZC7skIC&pg=PT6&lpg=PT6&dq=portisch+timman+1985&source=bl&ots=o5H2ZuMSVh&sig=MagpGoRcPdcOsvHyo9KHEzeiq2g&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwjKxMHg1tbYAhXNzqQKHeImAMg4ChDoAQgxMAI#v=onepage&q=portisch%20timman%201985&f=false

Annunci

Leggere un file esterno con PHP e rimanere brasati nel vedere che in alcune partite uno dei due contendenti non si può muovere senza peggiorare la sua posizione: accendiamola con Social Media Marketing Umbria!

social media marketing umbriaNella famosa partita 16 partita del match di Mosca tra Karpov e Kasparov nel 1985 assistiamo a una strategia “cobra asfissiante” davvero esemplare, evidenzia social media marketing Umbria. Il nero regala un pedone in apertura al bianco che accetta il gentile dono sfidando il suo avversario e dicendo: io so agonista bianconero (mi piace dedicarmi alla scacchiera cioé per evitare le solite risse con i lapeschi affezionati alle case bianche sempre in agguato) dimostrami che hai compenso. Alla mossa 21 il nero gioca la stupefacente 21…g5 e il bianco di colpo improvvisamente ci accorgiamo che non può miglioare in nessun modo la posizione senza creare indebolimenti, che stregoneria é mai questa? C’è un cavallo in d3 che sembra una piovra perché rende passive le torri incapaci di cambi sulle colonne E ed C. L’ Af3 é ridicolo sembra quasi un orpello ornamentale tipo capitello dorico o corinzio. I cavalli bianchi sembrano due belle statuine non possono fare nulla ma a che gioco stiamo giocando eh: http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1067175 e guarda caso il bianco si mette nella condizione di subire una serie di tatticismi finali nel tentativo di migliorare la sua posizione. Una bella lezione su iniziativa, materiale, spazio tempo e pressing a tutto campo quasi che offfe una situazione di tipo calcistico (dove peraltro gli scacchi hanno moltissime analogie). E ora torniamo alle farneticazioni da web developer di Social Media Marketing Umbria con la questione della lettura di file testo esterni con PHP. All’ indirizzo http://www.farwebdesign.com/php/Example41-readfile.php troviamo un esempio di come si possa leggere un file esterno di tipo testo con uno script PHP. Per questo esempio crea un semplice
file chiamato somefile.txt nello stesso directory in cui viene eseguito lo script.

<?php
$num_bytes = readfile(‘somefile.txt’);
echo “\n\nThe number of bytes read is: $num_bytes\n”;
?>

La funzione readfile () legge il contenuto del file e lo stampa su schermo. Specificare il percorso del file relativo al file corrente con = readfile(‘somefile.txt’); readfile () restituisce il numero di byte che ha letto. È possibile emettere il contenuto della sceneggiatura stessa passando per la sua percorso per readfile ():

<?php
readfile($_SERVER[‘PHP_SELF’]);
?>

In uno dei prossimi articoli con Social Media Marketing Umbria affronteremo la delicaya questione del perché il nostro sistema solare é in pericolo secondo la moderna teoria dei complotti, pardon, continueremo a esplorare il potenziale degli script PHP.

Il GM Mikenas per piallare Alekhine usava le pseudo classi?

Prima di affrontare le questioni irritanti dei DIV e del posizionamento assoluto o relativo, delle regole di stile che risolvono come clear:both per esempio o ancora di metodi alternativi per risolvere il problema degli elementi flottanti (avete provato a inserire un elemento dentro un DIV CONTAINER allineato a destra? I margini perdono consistenza e collassano e pertanto servono regole di stile che rimettano in carreggiata la struttura! Nel webinar del tre gennaio di Simona Tocci formatrice web designer e web developer indirizzo https://simonatocci.com/ si é parlato di tutto questo e anche di più, come le pseudo classi ad esempio e il ventagliodi opzioni e risorse che mettono a disposizione. L’aspetto interessante come sostiene la brava formatrice é quello del problema che diventa una opportunità e che senza sperimentazione con i CSS3 é difficile assimilare, con particolare attenzione e occhio di riguardo anche lì dove ci sono delle anomalie tipo incongruenze ed errori che possono diventare lampadine accese per mettere in moto altri meccanismi. Quante volte ti sei trovato costretto a combattere con margin, padding, display:table e altre soluzioni stilistiche che di fatto hanno deformato o mostrato a video un risultato inaspettato? C’è un modo per far fare ai CSS e agli elementi della pagina quello che hai in testa senza scatenare una guerra dei cento anni e scagliare a muro il tuo nuovo iphone dieci? Come fare per propagare agli elementi figli CHILD le tue regole in maniera performante e incisiva? L’esercitazione laboratorio con tutti i crismi del caso si trova all’ indirizzo http://www.farwebdesign.com/css/clearfix.html e per l’appunto ci sono all’ interno dell’ esercizio due soluzioni in atto, quella con i clearfix e le pseudo classi before e after e quella tradizionale basata sul dare consistenza ai margini con clear:both lasciano elementi annidati anche vuoti a livello di testo come i paragrafi per esempio. E’ fondamentale avere chiaro che cosia sia un pargrafo o un margine o un padding quando si affrontano queste problematiche e a grandi linee come funzionano i nodi del DOM. Switchando agli scacchi invece saltiamo ad analizzare una figura davvero inquietante agonisticamente un certo signor MIKENAS GM. Qualcuno lo conosce? Accipicchiolina! Persino Alekhine negli scontri diretti sulle tre partite in carriera non riuscì a prevalere con una vittoria una sconfitta ROBOANTE e una patta. All’ indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1362732 assistiamo a un assassino seriale che uccide la sua preda, nelle competizioni sportive vincere contro un avversario si chiama sport, ma qui il nero viene sezionato come il culto di Iside e pezzi del re nero si ritrovano in ogni dove sopra la scacchiera. La partita é la Vladas Mikenas vs Sergey Fedorovich Lebedev “He’s Mikenas Crazy” (game of the day Nov-07-2010) 4th Georgian Championship (1941), Tbilisi, GEO URS Queen’s Gambit Declined: Modern Variation (D53) 1-0 28 mosse. Per saperne di più vedere l’interessante articolo che si trova all’ indirizzo http://soloscacchi.altervista.org/?p=12341 che esalta le qualità combinative di questo giocatore ma non solo. Un altra partita memorabile di Mikenas é quella all’ indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1274400 dove come al solito scoppiano i fuochi di artificio anche se non é capodanno. E ovviamente echeggia anche la famosa Tc2!! che costrinse all’ abbandono Alekhine in vista di uno schema di matto geometrico basato su Df3 e Ah3 con carneficina in g2 imparabile. Insomma tra i tanti lavori oggi resi disponibili dalla BCE e dalla globalizzazione qualcuno potrebbe ingegnarsi per sbarcare il lunario e valutare il suo ingresso nel campo della serialità in stile criminal minds e per farlo il modo migliore é analizzare le partite di questo genio cone le rotelle un pò trasversali diventato una celebrità in Lituania. Per concludere consigliamo un approfondimento sulle pseudo classi o sulla portata della soluzione clear:both oltre che una ricerca su tutte le opzioni di visualizzazione degli elementi FLOAT.